Non miglioro più. Perché? (l’importanza del periodo di scarico per progredire continuamente)

di | Agosto 5, 2018

Funziona così un po’ per tutti: si inizia a fare allenamento e all’inizio (nei primi mesi), tutto funziona alla grande, ci sentiamo meglio, i carichi che riusciamo a spingere aumentano a vista d’occhio e sembra funzionare tutto come per magia.

Poi però pian piano arrivano le prime difficoltà. Quel maledetto peso non lo riesco più a migliorare, a volte addirittura alcuni pesi calano e in generale non arrivano più le soddisfazioni dei primi giorni.

Ecco allora che iniziano a sorgere i primi dubbi. Ma l’allenamento sarà corretto? Ma quanti allenamenti a settimana devo fare? Ma quante serie e ripetizioni? Ecc…

Nei casi peggiori arrivano addirittura le scuse:
– c’è troppo caldo
– sono stressato sul lavoro
– mangio male (alcune volte è vero )
– ecc…


Il più delle volte, invece, il problema è alla base: manca completamente una logica nel tuo programma di allenamento. Anzi, il più delle volte manca un vero e proprio programma di allenamento.

E per favore non venirmi a dire “mi sono informato su internet”, “il mio amico mi ha fatto la scheda” e cose simili, per carità.

I fattori che possono influire sulla difficoltà ad ottenere ulteriori miglioramenti sono tanti, ci vorrebbero giorni interi per spiegarli tutti. Ma tra questi ce nè uno (quello che approfondiamo in questo post) che sembra sfuggire completamente al 99,9% delle persone: PROGRAMMARE UN PERIODO DI SCARICO.

Per alcuni sembra quasi una bestemmia. Non sia mai fare un periodo senza allenamento o con volume e intensità ridotti.

E invece il più delle volte uno dei problemi sta proprio qui. Non hai idea di quante persone ho visto migliorare semplicemente facendoli smettere (per un breve periodo) di allenarsi.

Non ci credi?
Come se non bastasse la prova sul campo di decine e decine di persone, ecco qui alcune note a supporto che ci arrivano dalla scienza:

– Ci sono prove che l’inserimento di brevi periodi di de-allenamento all’interno di un programma, può ristabilire la risposta anabolica nel muscolo già allenato.

Riferimento:
Ogasawara R., Yasuda T., Sakamaki M., Ozaki H. and Abe T. – Effects of periodic and continued resistance training on muscle CSA and strength in previously untrained men. – Clin Physiol Funct Imaging 31: 399-404, 2011

– Un soggetto può essere in grado di migliorare gli adattamenti muscolari tramite un “periodo di scarico”, ovvero riduzione programmata di volume e/o intensità dell’allenamento. Se correttamente eseguito, lo “scarico” favorisce il recupero e la rigenerazione in modo da favorire progressi continui.

Riferimento:
Bompa T. and Haff G. – Theory and Methodology of Training – Champaign, IL: Human Kinetics, 2009


Se non hai ancora un programma di allenamento, ma navighi a vista affidandoti ai consigli rubati qua e là per il mondo, forse è arrivato il momento di fare un passo avanti per essere finalmente in grado di continuare a migliorare!

Prova a verificare qual’è il percorso che può essere ideale per te: COS’E’ CRESCITA MUSCOLARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *